10 consigli su come impostare i limiti per il tuo bambino

Stabilire limiti a tuo figlio con amore è una delle maggiori sfide della maternità. Dopotutto, è qualcosa di difficile ma deve essere fatto, per il suo bene e per il tuo. Consulta ora alcuni suggerimenti per aiutarti in questa impresa!

Le madri sono generalmente più riservate ai bambini, ma è colpa nostra se dobbiamo rimediare. I bambini hanno bisogno di regole e limiti per sentirsi al sicuro. Perché se hanno tutto ciò che vogliono, possono diventare adulti frustrati e insoddisfatti.

D'altra parte, essere troppo duro con loro ha anche le sue conseguenze. Colpisce il legame tra di voi e può creare una vita noiosa e fredda. Pertanto, come tutto nella vita, sono raccomandati equilibrio e molta pazienza.

Imporre un "limite calmo e fermo" richiede pratica. È qualcosa che perfezioniamo come allenamento. Tuttavia, è una pratica mostrare il ritorno dalla sua prima applicazione. Quindi, per aiutarti, ecco 10 pratiche che portano immediatamente all'educazione del tuo bambino, sempre rispettando, parlando e comprendendo.

[Related]

1. Pensa in anticipo.

Fortunatamente, tutti noi genitori già conosciamo i nostri figli e i loro comportamenti. Quindi pianifica, sii strategico. Se sai già se tuo figlio crea più problemi al momento di coricarsi o quando esce dal bagno, fai una previsione, pianifica come affrontarlo in questo momento. Decidi i limiti che vuoi imporre e stima già che in questo momento della giornata perderai un po 'di tempo.

2. Non usare un linguaggio debole o incerto.

Parla con sicurezza e fermezza. Non dobbiamo gridare o essere aggressivi, ma dobbiamo essere fermi. Usando frasi che chiedono l'approvazione, come "Facciamo una doccia ora, okay?" Non aiutate. Questo tipo di frase lascia spazio alla discussione e non mostra sicurezza. Pertanto, evitare di chiedere conferma o di interrogarsi. Avviso! Lo fai più di quanto pensi ...

3. Comprendi il linguaggio del tuo corpo e le tue espressioni.

Parlare aiuta, tuttavia, non è tutto. Gli studi dimostrano che il linguaggio del corpo trasmette maggiormente il messaggio. Per un bambino, siamo grandi, il che può essere intimidatorio. Quindi sempre, sempre, sempre rannicchiato quando parlo con un bambino. Puoi esprimere chiaramente il tuo limite, senza intimidazione, pronunciando il suo occhio e preferibilmente usando un'espressione neutra sul suo viso.

4. Usa un tono di voce caldo ma deciso.

Ho sempre avuto problemi con quello. Affettuoso più solido. Che cosa significa, MIO DIO?> L'anima degli affari, è credere a ciò di cui stai parlando. Credici, funzionerà e ti obbedirà. Inoltre evita un tono acuto o imparziale che può essere spaventoso o molto stimolante per un bambino.

5. Non aspettarti che un bambino sia d'accordo senza protestare.

Molto sull'essere genitori è in grado di adattare le aspettative. Inutile aspettarsi cose irreali. Qualcosa come desiderare che un bambino di tre anni vada a cena fuori e si comporti come un quindicenne istruito in una scuola militare. Non c'è ... Bambino, non gli piace stare fermo, è curioso, ama giocare e metterà sempre alla prova i tuoi limiti. Quindi quando parli di andare a letto o di uscire dal bagno, calcola un momento per piangere e lamentarti. Mettilo " sul conto " e non cambiare ... Non c'è motivo per cui e questo ti porti solo più nervosismo. Imparano solo a gestire una frustrazione del genere ... e non diventano stupidi e compiacenti.

6. Hanno aspettative di sviluppo adeguate.

Ad un anno, mettono le mani su tutto. Con due, non vogliono condividere nulla. Con tre, "no" è la risposta più comune. Con quattro, vogliono sapere perché tutto. Con cinque, diventano più audaci e più reattivi, e così via ... Comprendi la fase in cui tuo figlio si trova e riconosci che con tutto questo sviluppo fisico, psicologico ed emotivo, è un miracolo che siano così carini e piacevoli il tempo che sono. essi sono.

7. Sii determinato anche quando cambi idea.

Diciamo che hai dormito benissimo oggi e sei molto riposante e attento. Il tuo bambino vuole saltare nel letto, mentre sei vigile, lo lasci fare. Dal momento che puoi mantenere l'attività sicura per lui. Il giorno dopo, sei sfinito, hai l'influenza e sei fuori. Cioè, non sarà un giorno in cui l'attività di saltare nel letto sarà sicura. Quindi dici: "Oggi non è un giorno per saltare nel letto". Essere decisivi e fiduciosi nella propria decisione è più importante della regola di essere immutati.

8.Tenilo se ne hai bisogno.

A meno che tu non sia frustrato o arrabbiato, puoi tenere tuo figlio in modo che non si faccia male (o ferisca gli altri). La posizione migliore è tenerlo in grembo, con la schiena rivolta a te mentre si calma. Ma attenzione: MAI TOCCARE UN BAMBINO DURANTE IL CORSO! È importante ricordare sempre di respirare e calmarsi. Sai come gestire la frustrazione e le tue emozioni, un bambino piccolo non lo sa. Non dimenticare mai che ...

9. Non spiegare perché più di una volta.

È bene spiegare perché stai imponendo quel limite. Ma spiegare solo una volta. Più di questo non è necessario e ti infastidirà. Quindi tieni la lingua anche se iniziano a scoppiare. Se devi dire qualcosa, ripeti un mantra. Qualcosa del tipo "Sei al sicuro?"

[YouTube]

10. Usa l'umore.

Adoro questo strumento! Non solo per distrarti, ma anche per realizzare cose quotidiane come lavarti i denti senza stress. Adoro anche perché rende la vita più leggera. A mio avviso, più divertente è, meglio ... Distrai il bambino, divertiti entrambi e la vita con l'umorismo è molto più felice. Le idee per usare l'umorismo sono: usare voci diverse, giocare con l'acqua nella vasca, trasformare lo spazzolino da denti in un personaggio, creare accenti diversi ... Giuro che non ci vorrà più di mendicare, ricattare o urlare.


Prova alcuni di questi suggerimenti e vedi di persona come funzionano meglio della disperazione, della lotta o del cedere ogni volta. I bambini che sono motivati ​​internamente hanno bisogno di fermezza e gentilezza, di rimanere in contatto con loro e di ascoltare i loro sentimenti.

Baci mamma e un meraviglioso pomeriggio per te!

Fonte: Huffpost